Che cos'è il PVC?


1 min letti

PVC è l’acronimo di Poli Vinil Cloruro (Poli-Cloruro di Vinile)

E’ formato dal 57% di cloro, proveniente dal sale da cucina, per il 38%  da carbonio e per il 5% da idrogeno, questi ultimi estratti dal petrolio.


Sicurezza del PVC

Il PVC viene additivato con altre sostanze, per conferire specifiche caratteristiche fisiche. 

Il Regolamento REACH vieta imperativamente l’uso di FTALATI e determina gli standard per l’uso di addittivi assolutamente compatibili con l’ambiente e la salute, come ad esempio i Bioplastificanti: una nuova famiglia di plastificanti prodotti da materie prime vegetali, atossici ed ecosostenibili.


Il PVC è una delle materie plastiche più diffuse al mondo in infinite di applicazioni: dall’imballaggio alimentare e farmaceutico, dai presidi medico-chirurgici ai materiali per la protezione civile,  fino alla moda e al design. 

E’ il nostro compagno di vita quotidiano, lo troviamo in:

  • Maschere inalatorie
  • Fili chirurgici 
  • Confezioni sterili
  • Pellicole e contenitori per alimenti 
  • Articoli sportivi e per la cura del corpo
  • Tessuti tecnici, sintetici e eco-pelle
  • Giocattoli per bambini


PVC e Ambiente

La ridotta presenza di carbonio fa si che il PVC, rispetto ad altri materiali concorrenti, dia un minor contributo alla emissione di CO2 anche nella fase di smaltimento e termo-valorizzazione.